domenica 25 settembre 2016
ricerca

 
EMAIL
foto
0776/299.3566
set
25
cal

DIPARTIMENTO DI

PROFESSORE ASSOCIATO  

Settore scientifico disciplinare: L-FIL-LET/12

GIUSEPPE

ANTONELLI

Curriculum vitae

Nessun commento

Pubblicato alle ore 09:14 del giorno 15/01/2012

Studi e carriera accademica

È professore associato di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Cassino.

Dal primo ottobre 2002 è stato chiamato dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Cassino a ricoprire il ruolo di professore associato (nel 2005 ha ottenuto la conferma in ruolo).

Nel dicembre 2001 ha conseguito, presso l’Università degli Studi di Chieti, l’idoneità come professore di seconda fascia di Linguistica italiana.

Dal 1° dicembre 1999 è stato ricercatore di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Filologia e Storia dell’Università degli Studi di Cassino.

Nel 1998 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca, discutendo una tesi sulla Tipologia linguistica del genere epistolare nel primo Ottocento. Sondaggi sulle lettere familiari di mittenti cólti (tutor prof.ssa Silvia Morgana).

Nel 1995 ha vinto la borsa di studio per il X ciclo di Dottorato in Storia della lingua e della letteratura italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano.

Il 16 luglio 1994 si è laureato presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università «La Sapienza» di Roma (tesi in Storia della lingua italiana, relatore prof. Luca Serianni), ottenendo il voto di 110/110 e lode.

 

Incarichi amministrativi

Dal primo gennaio 2004 al 30 ottobre 2005 ha presieduto – come delegato del Rettore – il Sistema Bibliotecario d’Ateneo.

Dal 2001 al 2010 ha fatto parte, come delegato del Rettore dell’Università di Cassino, del Consiglio d’Amministrazione del Consorzio interuniversitario IcoN (Italian Culture On the Net: www.italicon.it). Dal 2006 al 2010 è stato uno dei sei componenti del Comitato esecutivo del Consorzio.

 

Organizzazione e direzione di progetti di ricerca

È tra i responsabili scientifici del CEOD (Corpus Epistolare Ottocentesco Digitale). Il portale (www.unistrasi.it/ceod), inaugurato nel maggio 2004, mette attualmente a disposizione di studiosi di diversa formazione (storici, italianisti, linguisti) un archivio di oltre 1300 lettere, quasi interamente inedite, interrogabili on line con modalità di ricerca avanzate. Realizzato nell’àmbito del Cofinanziamento Ministero dell’Università, della Ricerca e della Pubblica istruzione relativo al 2001 da un gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Cassino in collaborazione con l’Università per Stranieri di Siena, il progetto CEOD è stato nuovamente finanziato nell’àmbito dei Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale 2005 e ha ampliato la collaborazione alle università di Pavia, di Roma «La Sapienza» e di Milano.

Dal 2003 al 2009 è stato direttore e poi presidente del CIRTT (Centro Interdipartimentale di Ricerca su Tradizione e Traduzione) dell’Università degli Studi di Cassino. Il progetto del CIRTT (www.CIRTT.unicas.it), dedicato alle Fonti manoscritte per lo studio comparato delle letterature contemporanee, sta creando le condizioni per un’indagine approfondita sulla letteratura contemporanea italiana e straniera, con particolare attenzione ai poeti e ai narratori più giovani. Il «Fondo Manoscritti delle Letterature contemporanee», già usato da studiosi e studenti per articoli scientifici e tesi di laurea. raccoglie tra le altre donazioni di Antonio Franchini, Aldo Nove, Paolo Nori, Francesco Piccolo, Alessandro Piperno, Tommaso Pincio. Dal 2010, quando il CIRTT si è sciolto, è rimasto curatore del Fondo manoscritti acquisito dal Laboratorio di Lingua, Filologia e Letteratura italiana del Dipartimento di Filologia e Storia.

Nel biennio 2001-2003 ha coordinato l’Unità di ricerca di Cassino (Database degli epistolari ottocenteschi: modelli descrittivi e analisi del software) nell’àmbito del progetto di ricerca La tradizione dei testi della letteratura italiana: censimento informatico e applicazioni web (direttore: Claudio Ciociola) finanziato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (Progetto coordinato AGENZIA 2000).

 

Organizzazione di convegni

Nel 2007 ha organizzato, con Carla Chiummo, il convegno Nominativi fritti e mappamondi. Il nonsense nella letteratura italiana (Università degli Studi di Cassino, 9-10 ottobre).

Nel 2004 ha organizzato, con Franco Buffoni, il convegno Testimoni autografi. Avantesti e retrospezioni nell’era dei bit (Università degli Studi di Cassino, 7-8 giugno).

 

Attività didattica presso l’Università di Cassino

Negli anni accademici dal 2012/2013 al 2015/16 ha tenuto presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia il corso di Storia della lingua italia per la laurea triennale in Lettere (secondo modulo: Sociolinguistica dell'italiano contemporaneo) e quello di Storia della lingua italiana per la laurea magistrale in Filologia moderna.

Negli anni accademici 2010/2011 e 2011/2012 ha tenuto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia il corso di Lingua italiana propedeutica per la laurea triennale in Lettere e quello di Storia della lingua italiana per la laurea magistrale in Filologia moderna.

Negli anni accademici dal 2001/2002 al 2008/2009 ha tenuto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia i moduli di Linguistica italiana e Linguistica del testo (dal 2005 Linguistica italiana modulo istituzionale e Linguistica italiana modulo monografico) per il corso di laurea in Lettere e in Filosofia e di Linguistica italiana (poi Storia della lingua italiana) per i corsi di laurea specialistica in Filologia moderna e in Retorica e discorso.

Negli anni accademici 1999/2000 e 2000/2001, come ricercatore, ha avuto in affidamento dalla Facoltà di Lettere e Filosofia l’insegnamento di Storia della lingua italiana.

Dall’anno accademico 1996/97 all’anno accademico 1998/99 è stato professore a contratto di Storia della lingua italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia.

 

Corsi, seminari, conferenze

In Italia

Pavia, Fondazione Alma Mater Ticinensis (30 maggio 2015): nell'àmbito della rassegna Le parole di Expo, una conferenza dal titolo Il nutrimento della parola.

Pisa, Università di Pisa (28 aprile 2015), nell'àmbito del corso di Linguistica italiana II (Laurea magistrale in Informatica umanistica) , una lezione dal titolo La lingua batte nella rete: la trasmissione dell'italiano ai tempi di Internet.

Padova, Università di Padova (4 dicembre 2014): nell'ambito del corso di Storia della lingua italiana tenuto da Andrea Afribo, una lazione dal titolo Hai parlato come un libro stampato! Tracce di oralità nella storia dell'italiano scritto.

Urbino, Università Carlo Bo (26 settembre 2014), nell'àmbito della XIII edizione delle Giornate Internazionali della Traduzione, una conferenza dal titolo Hai parlato come un libro stampato! tracce di oralità nella storia dell'italiano scritto.

Mantova, Festivaletteratura (5 settembre 2014), una conferenza dal titolo Quando c'era egli. Brevissima storia dell'italiano contemporaneo in cui gli unici soggetti sono i pronomi.

Perugia, Università per Stranieri (8-9 luglio 2014): nell'àmbito del Corso di Lingua Italiana Contemporanea, un modulo di 6 ore sul tema L'italiano delle canzoni.

Torino, Salone del libro (10 maggio 2014): nell'àmbito della rassegna L'autore invisibile, una conferenza dal titolo Il perbenismo linguistico.

Mantova, Festivaletteratura (9 settembre 2010), conferenza dal titolo C'è sempre un motivo. Mezzo secolo di italiano cantato.

Perugia, Università per Stranieri (13-14 luglio 2009): nell’àmbito del Corso di Lingua Italiana Contemporanea, un modulo di 6 ore sul tema L’italiano digitato.

Verona, Università degli studi (16 dicembre 2008): per il Dottorato di ricerca in Letteratura e Filologia, una lezione dal titolo Le glosse metalinguistiche nei "Promessi sposi".

Spoleto, Summer University Italienzentrum am Romanischen Seminar der Universität Heidelberg (20‐30 luglio 2008): un modulo di 6 ore dal titolo L’italiano nella società della comunicazione.

Padova, Circolo Filologico Linguistico (5 marzo 2003): una conferenza dal titolo Grammatica epistolare e grammatica dell’italiano nelle lettere di mittenti colti di primo Ottocento.

Catania, Università degli Studi (febbraio 2003): per il Master in Comunicazione politica, un seminario di 12 ore dal titolo La lingua dei politici nella “seconda Repubblica”

Palermo, Università degli Studi (22 marzo 2001): presso la Facoltà di Lettere, una conferenza dal titolo Cercare la poesia nella canzone.

Torino, Università degli studi (21 novembre 2000): presso la Facoltà di Lettere, una conferenza dal titolo Lo spoglio linguistico degli epistolari.

Roma, Università di Roma Tre (16 aprile 1997): presso la Facoltà di Lettere, una conferenza dal titolo L’italiano lingua rock.

 

All'estero

Berlino, Freie Universitat Berlin (7 giugno 2014), una conferenza dal titolo: C'è sempre un motivo: il parlato nei teti di canzone.

Locarno, Liceo di Locarno (13 marzo 2012), una conferenza dal titolo: Tra lingua e linguacce. Il parlato nei testi di canzone.

Lima (18-26 ottobre 2008): in occasione dell’VIII Settimana della lingua italiana nel mondo, un corso di aggiornamento rivolto ai docenti dell'Istituto Italiano di Cultura (L'italiano nella società della comunicazione) e un ciclo di conferenze svoltesi presso lo stesso Istituto e presso l’Universidad Ricardo Palma.

Berna (20 maggio 2008): su richiesta della Cancelleria federale - Segreteria per la svizzera italiana, una lezione presso l’Unitobler dal titolo La norma dell’italiano nella società della comunicazione.

Basilea, Unibasel (primo aprile – 30 settembre 2004): presso l’Istituto di Filologia Romanza, un seminario di Linguistica italiana dal titolo La lingua degli epistolari ottocenteschi.

Mosca (14-19 ottobre 2002): nell’àmbito della seconda “Settimana della lingua italiana nel mondo”, una conferenza (Retorica ludica. Aspetti linguistici della commedia italiana del Cinquecento) presso la Facoltà di Filologia dell’Università Statale di Mosca M.V. Lomonosov e una conferenza (La storia siamo noi. I testi delle canzoni come specchio della società italiana) presso l’Università Statale degli Studi Umanistici (RGGU).

Córdoba (22-27 giugno 2001) nell’àmbito di un Master in lingua e cultura italiana in prospettiva interculturale organizzato dal Centro di Italianistica dell’Università nazionale di Córdoba (Argentina) in collaborazione col locale Istituto italiano di cultura, un seminario su Letteratura e linguistica.

Bellinzona (6 febbraio 1997), nell’àmbito di un corso d’aggiornamento per professori delle scuole superiori, una conferenza sul tema La lingua della canzone italiana.

 

Interventi a convegni

Basilea, Unibasel, La parola al punto. Teoria, storia e usi giuridico amministrativi della punteggiatura (3-4 settembre): relazione su invito dal titolo: La punteggiatura percepita. Interpunzione e discorso sociale oggi.

Salerno, Università del Salento, L'e-taliano. Scriventi e scritture nell'era digitale (22 aprile 2015): relazione su invito dal titolo L'e-taliano tra storia e leggende.

Helsinki, Università di Helsinki, Dal manoscritto al web: canali e modalità di trasmissione dell’italiano. Tecniche, materiali e usi nella storia della lingua (18-20 giugno 2012): relazione su invito dal titolo L’e-taliano: una nuova realtà tra le varietà linguistiche italiane?

Zurigo, UZH: Lingua e letteratura italiana 150 anni dopo l’Unità (30 marzo – 1° aprile 2011): comunicazione dal titolo Si parla italiano, si scrive e-taliano?.

Pesaro, Salone della parola: Questione della lingua oggi. Regole, apprendimento, diffusione (8 luglio 2010); intervento dal titolo L’italiano digitato.

Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche: Lo stato della lingua. Il CNR e l’italiano nel terzo millennio (5 marzo 2010); relazione dal titolo L’italiano dei mezzi di comunicazione.

Casarsa della Delizia, Centro Studi Pier Paolo Pasolini: Pasolini e la televisione (20-21 novembre 2009): relazione dal titolo Nunc est videndum. L’italiano della televisione dopo Pasolini.

Madrid, Istituto Italiano di Cultura: IX settimana della lingua italiana nel mondo (19-22 ottobre 2009): conferenza dal titolo L’italiano digitato.

Berlino, Freie Universität: La letteratura italiana contemporanea (27 aprile 2009); intervento dal titolo Dalla lingua ipermedia al traduttese.

Heidelberg, Italienzentrum am Romanischen Seminar der Universität Heidelberg: tavola rotonda sull’italiano contemporaneo (22 gennaio 2009); intervento dal titolo Italiano contemporaneo e nuovi media.

Forlì, Fondazione Garzanti: «Di mano propria». Gli autografi dei letterati italiani (a cura Centro Pio Rajna: 24-27 settembre 2008): comunicazione dal titolo Il centro interdipartimentale di ricerca su tradizione e traduzione dell’Università di Cassino.

Lecce, Università del Salento: Lingua e linguaggio dei media (22-23 settembre 2008); relazione dal titolo La lingua di Internet e degli sms.

Firenze, Accademia della Crusca: Se telefonando… ti scrivo (11 maggio 2007); comunicazione dal titolo Questo blog non è un SMS.

Zagabria, Istituto Italiano di Cultura: Mazzini pensatore: tra esperienza italiana e utopia europea (17 novembre 2005); relazione dal titolo La lingua degli scritti politici di Mazzini.

Sanremo, IV Convegno di studi dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana: Italiano e musica (29-30 aprile 2004); intervento dal titolo Il complesso pop: su una tendenza recente dei testi di canzone.

Roma, Università La Sapienza: Il Petrarchismo nel Settecento e nell’Ottocento (20-22 novembre 2003); relazione dal titolo Il modello linguistico di Petrarca tra Sette e Ottocento.

Prato, Archivio di stato: Scrittura e comunicazione. I carteggi pubblici e privati dal Medioevo all’età contemporanea (8-13 settembre 2003): relazione dal titolo La grammatica epistolare nei carteggi familiari di primo Ottocento.

Mantova, Teatro Bibiena: Narrare la storia: dal documento al racconto (a cura della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, 22-24 novembre 2002); relazione dal titolo L’eco di una “emozione antica”. La voce dei documenti nella scrittura di Maria Bellonci.

Bruxelles, Université Libre: Sguardo sulla lingua e la letteratura italiana all’inizio del terzo millennio (15-16 marzo 2002); relazione dal titolo Lingua dei narratori italiani negli anni Novanta.

Rimini, Biblioteca Malatestiana: Un europeo del Settecento: Aurelio de’ Giorgi Bertòla riminese (10-12 dicembre 1998); intervento dal titolo Lingua e stile di Aurelio Bertola viaggiatore.

Lovanio, Katholieke Universiteit: L’italiano oltre frontiera (22-25 aprile 1998): comunicazione dal titolo Sull’italiano dei politici nella Seconda Repubblica.

Roma, Università di Roma Tre: Roma e il suo territorio: Lingua, dialetto e società (3-4 dicembre 1997); comunicazione dal titolo L’elemento dialettale nel linguaggio giovanile romano.

 

Altre attività

Dall’ottobre 2015 al marzo 2016 è stato ospite fisso della trasmissione settimanale Il Kilimangiaro (Rai 3), curando una rubrica sulle parole della settimana.

Dal marzo 2015 collabora con "Il Corriere della sera" e con l’inserto settimanale “La lettura”.

Dal gennaio 2013 conduce su Radio tre la trasmissione settimanale La lingua batte.

Dal 2010 al 2014 è stato consulente della casa editrice Laterza.

Dal settembre 2009 al luglio 2010 è stato tra i conduttori della trasmissione radiofonica Fahrenheit, in onda su Radio 3.

Dal 2008 cura, nell’àmbito del Festivaletteratura di Mantova, il ciclo di incontri intitolato Vocabolario europeo.

Dal 2005 collabora al portale Lingua italiana dell’Enciclopedia Treccani.

Nel 2003 stato uno dei quattro autori (con Matteo Motolese, Lucilla Pizzoli e Stefano Telve) della mostra Dove il sì suona. Gli italiani e la loro lingua (Firenze, Galleria degli Uffizi, 14 marzo 2003 – 6 gennaio 2004: www.doveilsisuona.it), a cura di Luca Serianni. Una nuova versione della mostra è stata allestita con il titolo La dolce lingua. L'italiano nella storia, nell'arte, nella musica presso il Museo Nazionale Svizzero di Zurigo (16 febbraio-29 maggio 2005: www.dolcelingua.ch).

Dal 2001 al 2014 ha collaborato all’inserto domenicale del quotidiano «Il Sole 24 ore».

Dal 1999 al 2012 ha collaborato al mensile «L’Indice dei libri del mese».

 

 

G


img

ARGOMENTI IN DISCUSSIONE

img

ARCHIVIO

img

E-LEARNING