mercoledì 24 gennaio 2018
ricerca

 
EMAIL
foto
0776/299.3811
gen
24
cal

DIPARTIMENTO DI

PROFESSORE ORDINARIO  

Settore scientifico disciplinare: M-STO/09

MARILENA

MANIACI

Storia del libro manoscritto Modulo per il corso di laurea magistrale (LM-14), a.a. 2013-2014

Nessun commento

Pubblicato alle ore 10:19 del giorno 01/08/2013

 

Storia del libro manoscritto

Modulo per il corso di laurea magistrale (LM-14), a.a. 2013-2014

 

Programma

Il modulo ha il duplice obiettivo di proporre un panorama critico dell’evoluzione della catalografia (con particolare riferimento agli orientamenti più recenti) e di fornire le nozioni tecniche di base e gli strumenti bibliografici necessari per un’accurata descrizione scientifica del manoscritto medievale. Centrale nell’impostazione dell’insegnamento è l’intenzione di illustrare la stretta complementarietà che intercorre fra le caratteristiche materiali e la struttura (spesso complessa) del libro manoscritto e la storia dei contenuti (testi ed immagini) di cui esso è vettore, e di dimostrare quindi l’importanza di una corretta e approfondita analisi delle testimonianze manoscritte, non solo per lo storico del libro, ma anche per il filologo, lo storico delle tradizioni testuali, delle letterature antiche e medievali.

Il modulo affronta nello specifico le seguenti tematiche: 1) tipologie di testi e di libri fra Antichità e Medioevo; 2) evoluzione storica delle tecniche di descrizione del manoscritto medievale, anche in relazione alla diversità delle tradizioni scientifiche nazionali; 2) analisi dei principali modelli e protocolli descrittivi; 3) elementi essenziali della descrizione e modalità di rilevamento e di codifica dei dati; 4) terminologia tecnica necessaria a definire puntualmente e a descrivere correttamente i fenomeni osservati; 5) esame di diverse tipologie di cataloghi, sia generali che speciali, e della loro rispondenza agli obiettivi perseguiti; 6) presentazione degli strumenti bibliografici (cartacei ed informatici) essenziali per l’attività del catalogatore; 7) evoluzione recente e prospettive future della catalografia, con particolare riferimento all’uso della Rete; 8) software, linguaggi di codifica, standard descrittivi (cenni)

 

Denominazione

Storia del libro manoscritto

 

Testi adottati

M. Maniaci, Archeologia del manoscritto. Metodi, problemi, bibliografia recente, Roma, Viella, 2002, 2005 (2), specie le pp. 153-177  [testo di base, già previsto per il corso triennale]

M. L. Agati, Il libro manoscritto da Oriente a Occidente, Roma, "L’Erma" di Bretschneider, 2009, specie le pp. 391-411 [testo di base, già previsto per il corso triennale]

A. Petrucci, La descrizione del manoscritto: storia, problemi, modelli, Roma, NIS, 1984; seconda edizione corretta e aggiornata, Roma 2001 (Beni culturali, 24) [testo di base, già previsto per il corso triennale]

ICCU, Guida a una descrizione uniforme dei manoscritti e al loro censimento, Roma, ICCU, 1990

T. De Robertis, N. Giovè Marchioli, R. Miriello, M. Palma, S. Zamponi (a cura di), Norme per i collaboratori dei manoscritti datati d’Italia, Firenze 2000

B. Vanin, P. Eleuteri, F. Bernardi, Guida a Nuova Biblioteca Manoscritta, 2006 (on line: http://www.nuovabibliotecamanoscritta.it/documenti/sezioni/Generale/pdf/Guida_a_Nuova_Biblioteca_Manoscritta.pdf)

P. Andrist, Les manuscrits grecs conservés à la Bibliothèque de la Bourgeoisie de Berne – Burgerbibliothek Bern. Règles de catalogages, version 3.0, 2007 (on line: http://www.codices.ch/catalogi/leges_2007.pdf)

E. Crisci, M. Maniaci, P. Orsini (a cura di), La descrizione dei manoscritti: esperienze a confronto, Cassino, Dipartimento di Filologia e storia, 2010

J. Berlioz et al., Identifier sources et citations, Turnhout, Brepols, 1994 (pagine indicate a lezione)

M. Palma, La catalogazione dei manoscritti in Italia, "Segno e testo", 1 (2003), 333-351 (http://www.let.unicas.it/links/didattica/palma/testi/palma8.htm)

J. P. Gumbert, Codicological Units. Towards a Terminology for the Stratigraphy of the Non-Homogeneous Codex, in E. Crisci - O. Pecere (a cura di), Il codice miscellaneo. Tipologie e funzioni. Atti del Convegno internazionale, Cassino 14-17 maggio 2003, Cassino 2004 (= Segno e testo, 2 [2004]), 17-42

R. Sharpe, ‘Titulus’. I manoscritti come fonte per l'identificazione dei testi mediolatini, ed. it. a cura di M. Palma, Roma, Viella, 2005 (pagine indicate a lezione)

P. Andrist, P. Canart, M. Maniaci, La syntaxe du codex. Essai de codicologie structurale, Turnhout, Brepols, 2013 (Bibliologia, 34)

Altri testi e materiali (anche su CD-Rom o disponibili su Internet) verranno segnalati ed eventualmente forniti durante il corso

 

Modalità di erogazione

Lezioni in aula in modalità seminariale, con coinvolgimento attivo degli studenti

 

Frequenza

Vivamente consigliata, in assenza di un manuale di riferimento. Gli studenti impossibilitati a frequentare sono pregati di contattare la docente almeno due mesi prima della data in cui intendono sostenere la verifica

 

Valutazione

Prova pratica (descrizione di un manoscritto) integrata da discussione orale

 

Supporto alla didattica

Analisi di schede di catalogo antiche e recenti, fondate su modelli diversi, fornite in fotocopia; cataloghi on line; visite a biblioteche di conservazione, con analisi di manoscritti originali

 

***

 

 

History of the handwritten book

Graduate course (LM-14), 2013-2014

 

Programme

The course has the two following objectives: a) to propose a critical overview of the evolution of cataloguing practices, with particular reference to the most recent trends, and b) to provide the technical basis and the main bibliographic tools for an accurate scientific description of medieval codices. A main goal of the course is to illustrate the close complementarity between the material features and the often complex structure of the codex and the history of its contents (text and images), and to demonstrate the importance of a proper and thorough analysis and description not only for book historians, but also for philologists, historians of textual traditions, and scholars of ancient and medieval literatures.

The course will deal with the following issues: 1) text and book typologies from classical Antiquity to the end of the Middle Ages; 2) historical evolution of cataloguing principles and practices, related to national scientific traditions; 2) critical discussion of the main cataloguing models and rule sets; 3) elements and styles of description; 4) technical terminology; 5) critical analysis of 'general' and 'special' catalogues, in relation to their objectives; 6) printed and on-line repertories used in manuscript cataloguing; 7) recent evolution and future perspectives of manuscript cataloguing, with special attention to the use of the web; 8) software, 8) software, encoding languages, descriptive standards (general notions).

 

Course title

History of the handwritten book

 

Bibliography

M. Maniaci, Archeologia del manoscritto. Metodi, problemi, bibliografia recente, Roma, Viella, 2002, 2005 (2), exp. pp. 153-177 [basic reading, already in the undergraduate programme]

M. L. Agati, Il libro manoscritto da Oriente a Occidente, Roma, "L’Erma" di Bretschneider, 2009, pp. 391-411 [basic reading, already in the undergraduate programme]

A. Petrucci, La descrizione del manoscritto: storia, problemi, modelli, Roma, NIS, 1984; seconda edizione corretta e aggiornata, Roma 2001 (Beni culturali, 24) [basic reading, already in the undergraduate programme]

ICCU, Guida a una descrizione uniforme dei manoscritti e al loro censimento, Roma, ICCU, 1990

T. De Robertis, N. Giovè Marchioli, R. Miriello, M. Palma, S. Zamponi (a cura di), Norme per i collaboratori dei manoscritti datati d’Italia, Firenze 2000

B. Vanin, P. Eleuteri, F. Bernardi, Guida a Nuova Biblioteca Manoscritta, 2006 (on line: http://www.nuovabibliotecamanoscritta.it/documenti/sezioni/Generale/pdf/Guida_a_Nuova_Biblioteca_Manoscritta.pdf)

P. Andrist, Les manuscrits grecs conservés à la Bibliothèque de la Bourgeoisie de Berne – Burgerbibliothek Bern. Règles de catalogages, version 3.0, 2007 (on line: http://www.codices.ch/catalogi/leges_2007.pdf)

E. Crisci, M. Maniaci, P. Orsini (a cura di), La descrizione dei manoscritti: esperienze a confronto, Cassino, Dipartimento di Filologia e storia, 2010

J. Berlioz et al., Identifier sources et citations, Turnhout, Brepols, 1994 (pages specified in class)

M. Palma, La catalogazione dei manoscritti in Italia, "Segno e testo", 1 (2003), 333-351 (http://www.let.unicas.it/links/didattica/palma/testi/palma8.htm)

J. P. Gumbert, Codicological Units. Towards a Terminology for the Stratigraphy of the Non-Homogeneous Codex, in E. Crisci - O. Pecere (a cura di), Il codice miscellaneo. Tipologie e funzioni. Atti del Convegno internazionale, Cassino 14-17 maggio 2003, Cassino 2004 (= Segno e testo, 2 [2004]), 17-42

R. Sharpe, ‘Titulus’. I manoscritti come fonte per l'identificazione dei testi mediolatini, ed. it. a cura di M. Palma, Roma, Viella, 2005 (pages specified in class)

P. Andrist, P. Canart, M. Maniaci, La syntaxe du codex. Essai de codicologie structurale, Turnhout, Brepols, 2013 (Bibliologia, 34)

Other texts and materials (also available on CD-ROM or on the Internet) will be reported and provided during the course

 

Teaching methods

Seminal lectures, with active involvement of students

 

Attendance

Strongly recommended, , given the absence of a reference handbook. Students unable to attend are asked to contact the teacher at least two months before the date on which they intend to take the exam

 

Evaluation

Practical work (description of a medieval codex) with oral discussion

 

Teaching materials

Analysis of descriptions from ancient and more recent catalogs, based on different models (supplied in photocopy) and online catalogs; visits to conservation libraries of conservation, including the vision and description of medieval codices

 

Storia del libro manoscritto Modulo per il corso di laurea triennale (L-10), a.a. 2013-2014

Nessun commento

Pubblicato alle ore 10:15 del giorno 01/08/2013

Storia del libro manoscritto

Modulo per il corso di laurea triennale (L-10), a.a. 2013-2014

 

Programma

Il modulo ha per oggetto la conoscenza generale del libro manoscritto (prevalentemente, ma non esclusivamente, greco e latino) dall’antichità fino all’avvento della stampa, con costante attenzione ai suoi ambiti di produzione, circolazione, conservazione e ai mutamenti subiti in relazione a contesti e circostanze storiche. Verrà illustrato l'interesse del libro manoscritto come testimonianza dotata di interesse autonomo, ma anche il suo valore di fonte imprescindibile per gli studi di filologia e storia della tradizione, storia dell’arte, storia della religione, storia della letteratura, della scienza, della filosofia…. L’insegnamento mira inoltre a sensibilizzare gli studenti ai temi della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario manoscritto, basate sull’adozione di pratiche corrette di descrizione e di conservazione preventiva.

Nello specifico, il modulo si propone di fornire agli studenti:

a) le conoscenze storiche fondamentali relative a materiali e tecniche di manifattura del libro manoscritto greco e latino (con attenzione specifica all’evoluzione e, ove possibile, alla distribuzione geografica delle diverse pratiche);

b) le nozioni di base su tipologie librarie, modalità e contesti di produzione, circolazione e conservazione.

Verranno affrontati, a tal fine, i seguenti nuclei tematici: l’ambito e le finalità della storia del libro manoscritto e le interazioni con altre discipline; gli orientamenti attuali della ricerca sul manoscritto e i principali strumenti di lavoro; le origini e l’affermazione della scrittura e del libro nel contesto delle società antiche; gli attori, i circuiti e i modi di produzione, fruizione e conservazione del libro manoscritto in Oriente e in Occidente fra l’antichità e la fine del medioevo; i supporti, i materiali e gli strumenti impiegati per la scrittura e la decorazione; la confezione del libro manoscritto e la predisposizione della pagina; la struttura del libro manoscritto e il suo rapporto con il contenuto; i principi e criteri di costruzione e utilizzazione della pagina; il copista e le strategie di trascrizione; la legatura; le principali tipologie contenutistiche e librarie; le problematiche, i modelli e gli standard di descrizione del manoscritto (nozioni generali) e la relativa terminologia tecnica.

 

Denominazione

Storia del libro manoscritto

 

Testi adottati

M. Maniaci, Archeologia del manoscritto. Metodi, problemi, bibliografia recente, Roma, Viella, 2002, 2005(2)

M. Maniaci, Il libro manoscritto greco. Materiali e tecniche di confezione, in E. Crisci - P. Degni (a cura di), La scrittura greca dall’Antichità all’epoca della stampa. Una introduzione, Roma, Carocci, 2011, pp. 239-280

M. L. Agati, Il libro manoscritto da Oriente a Occidente, Roma, "L’Erma" di Bretschneider, 2009 (pagine indicate a lezione)

A. Petrucci, La descrizione del manoscritto: storia, problemi, modelli, Roma, NIS, 1984; seconda edizione corretta e aggiornata, Roma 2001 (Beni culturali, 24) (pagine indicate a lezione)

Letture integrative a scelta dello studente, da una lista che verrà distribuita a lezione.

Altri testi e materiali (anche su CD-Rom o reperibili su Internet) verranno segnalati ed eventualmente forniti durante il corso

 

Modalità di erogazione

Lezioni in aula, esercitazioni, coinvolgimento attivo degli studenti in attività di laboratorio

 

Frequenza

Vivamente consigliata

 

Valutazione

Verifica scritta finale (risposte aperte, test a risposta multipla, esercizi di lettura di descrizioni di manoscritti), integrata da colloquio orale

 

Supporto alla didattica

Facsimili, slide, immagini digitali e filmati, fonti greche e latine (in originale e in traduzione) sulla manifattura e l’uso dei manoscritti; visite a biblioteche di conservazione, con visione di manoscritti in originale

 

***

 

History of the handwritten book

Undergraduate course (L-10), 2013-2014

 

Programme

The course aims to offer basic historical knowledge on (mainly, but non exclusively, Greek and Latin) handwritten books from classical Antiquity to the late Middle Ages and the introduction of the printing press, with constant attention to their contexts of production, circulation, conservation and to the changes occurred in relation to historical circumstances. The manuscript book will be considered as a subject of interest in its own right, but also as an essential source for other historical studies (philology, art history, history of religion, history of literature, science, philosophy ...). The course also wishes to sensitize students to the adoption of best practices for the description and preventive conservation of manuscript books.

Teaching will provide:

a) knowledge on book materials and manufacturing techniques (with specific attention to their chronological and – whenever possible – to their geographical evolution);

b) basic knowledge on book typologies, and on cultural and social contexts of book production, circulation, conservation.

The following topics will be addressed: scope and purpose of the history of the handwritten book and its interactions with other disciplines; current research trends and main working tools; origins and diffusion of writing and the book in ancient societies; actors, circuits and modes of production, use and conservation of manuscript books in East and West between antiquity and the end of the Middle Ages; materials and tools used for writing and decorating; the manufacture of the book and the shaping of page layout; the structure of the handwritten book and its relationship to contents; the principles and criteria for the construction and ‘exploitment’ of the page; the scribe and his strategies; bookbinding; main text and book typologies; problems, models and standards of manuscript description; technical terminology.

 

Course title

History of the handwritten book

 

Bibliography

M. Maniaci, Archeologia del manoscritto. Metodi, problemi, bibliografia recente, Roma, Viella, 2002, 2005(2)

M. Maniaci, Il libro manoscritto greco. Materiali e tecniche di confezione, in E. Crisci - P. Degni (a cura di), La scrittura greca dall’Antichità all’epoca della stampa. Una introduzione, Roma, Carocci, 2011, pp. 239-280

M. L. Agati, Il libro manoscritto da Oriente a Occidente, Roma, "L’Erma" di Bretschneider, 2009 (pages specified in class)

A. Petrucci, La descrizione del manoscritto: storia, problemi, modelli, Roma, NIS, 1984; seconda edizione corretta e aggiornata, Roma 2001 (Beni culturali, 24) (pages specified in class)

Additional readings chosen by the student from a list that will be distributed in class.

Other texts and materials (also available on CD-ROM or on the Internet) will be reported and possibly provided during the course

 

Teaching methods

Lectures, tutorials, active involvement of students in laboratories

 

Attendance

Strongly recommended

 

Evaluation

Final written test (open-answer and multiple-choice questions, analysis of a manuscript description), supplemented by an oral discussion

 

Teaching materials

Facsimiles, slides, digital images and movies, Greek and Latin sources (in original language and translation) on the manufacture and use of manuscripts, visits to conservation libraries, including the vision of medieval codices

 

 

 


img

E-LEARNING